AUSTRALIA AUSTRALIAN CLIC

AUSTRALIA: DA BRISBANE A GOLD COAST IN UN GIORNO

on
17 Giugno 2019

Da Brisbane destinazione Surfers Paradise: la perla balneare della Gold Coast in Australia

Prima o poi capita a tutti. Parlo di noi down under stanziati a Brisbane. Città da favola, atmosfera rilassata, verde ovunque. Un lungo fiume fantastico dove prendersi un break, stuzzicare street food, dedicarsi al climbing o semplicemente ammirare un tramonto magico.

Ma un giorno accade, è inevitabile: ti svegli, ti fermi a riflettere, senti quel brontolio dentro te, come se ci fosse un ingranaggio che non si incastra alla perfezione. Cosa c’è che non va? Cosa succede, ancora? Ed un tratto, BOOM! Tutto si fa chiaro. Ti trovi in Australia, quel continente leggendario noto per la più grande barriera corallina del mondo e…e…E…EEEEE….non sei ancora stato al mare!

UNBELIEVABLE! Come è possibile?

Ebbene si, ragazzi. Perché Brisbane è una delle poche città australiane a non essere situata direttamente sull’oceano.

Dista infatti circa trenta chilometri dalla costa e si sviluppa attorno alle numerose anse dell’omonimo fiume. Di conseguenza, non è poi così easy raggiungere le spiagge se non si dispone di un mezzo proprio.

Abbiamo scelto questa città, tuttavia, in quanto essa vanta un clima invidiabilissimo: subtropicale, la temperatura qui non scende mai sotto la soglia dei 10 gradi nemmeno durante la stagione invernale. Ora, mentre vi scrivo, qua è inverno pieno ed oggi abbiamo registrato i 28 gradi come picco massimo. Non male, vero?

Ma a qualche settimana dal nostro arrivo, anche noi siamo stati assaliti dal desiderio di immergere i piedini nella sabbia ed osservare le onde dell’oceano infrangersi sul bagnasciuga.

E quale meta migliore per il nostro primo incontro con il tanto sognato Pacifico se non la nota e rinomata Gold Coast?

Australia | da Brisbane a Gold Coast: come raggiungerla

Le due città distano all’incirca 80 chilometri. Se avete una macchina o decidete di noleggiarne una, in meno di un’ora avrete già posato il vostro sederino sulla sabbia dorata di Surfers Paradise in Gold Coast.

La maggior parte degli espatriati in Australia, tuttavia, si troverà nelle nostre stesse condizioni (almeno inizialmente): senza un mezzo di trasporto.

Non preoccupatevi, la soluzione è davvero a portata di mano. Difatti, le due città sono perfettamente collegate dalla rete ferroviaria pubblica. Vi basterà dunque recarvi nella stazione più vicina e con la vostra Go Card alla mano (per sapere come muovervi nel Queensland con i mezzi di trasporto pubblici leggete l’articolo GO CARD: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUI TRASPORTI NEL QUEENSLAND) prendere un treno direzione Gold Coast. Se non avete la Go Card, potrete sempre acquistare un biglietto cartaceo, che però pagherete circa il 30% in più.

Questo è il tragitto che dovete compiere:

  • TRENO | Brisbane –> Helensvale station (circa un’ora)
  • TRAM | Helensvale station (trasferitevi alla piattaforma 5 per prendere il tram) –> Gold Coast (altri 15/20 minuti, noi siamo scesi alla fermata Surfers Paradise, la spiaggia più famosa)

I treni da Brisbane partono tutti i giorni con frequenza circa ogni mezzora e una volta arrivati a Helensvale vi basterà prendere il tram. La fermata di arrivo è a poche decine di metri dalla spiaggia. Facilissimo, no?!

Il tutto vi costerà all’incirca 20 dollari andata e ritorno (ma per il costo esatto del tragitto vi rimando al sito TRANSLINK dove troverete gli aggiornamenti in tempo reale.

Gold Coast: SURFERS PARADISE

L’arrivo a Surfers Paradise si è dimostrato all’altezza delle nostre aspettative.

Nel momento esatto in cui orizzonte dell’oceano si è profilato dinnanzi ai nostri occhioni spalancati siamo rimasti senza fiato.

Io appena arrivata a Surfer Paradise in Gold Coast

Immaginatevi una distesa infinita di dune sabbiose che scorre ininterrotta affiancando un oceano impavido ed energico. Ed immaginate ancora, accanto ad essa, un’infilata imponente di grattacieli e di edifici a decine di livelli rilucenti sotto ai raggi solari del mezzodì.

Due mondi pressoché opposti ma così perfettamente complementari. Un connubio perfetto fra natura e modernità, fra un mondo selvaggio e ancora indomito – la vastità dell’oceano – e ciò che di più ingegnoso l’uomo ha saputo costruire, contrastando con fierezza ogni forza di gravità: lo skyline.

Con quanto vi sto per dire non voglio assolutamente paragonare i due siti, sia chiaro. Ma quella sperimentata qua si avvicina molto (seppur con un accento TANTO differente) alla sensazione provata ad Angkor, in Cambogia, di fronte ai templi dell’antico impero Khmer inglobati dalle tentacolari fronde della giungla circostante (qui potete trovare l’articolo CAMBOGIA | 4 GIORNI FRA SIEM REAP E ANGKOR).

Generalmente non amo quando la componente umana invade prepotentemente l’ambiente naturale. Sono più dell’idea che l’uomo debba non imporsi, ma affacciarsi con garbo e umiltà a questo mondo che troppo spesso bistrattiamo.

In certi casi, tuttavia, la battaglia è giocata ad armi pari e ne deriva un risultato di eccezionale fusione in cui nessuna delle parti prevarica sull’altra, in un tutt’uno che conserva in sé ogni contrasto e in cui si enfatizzano le peculiarità. Come quando affianchi il verde all’arancione. O come quando mangi un cracker spalmato di Nutella: quell’ossimoro fra dolce e salato che sfida ogni legge della logica ma che regala un’esperienza extrasensoriale.

Sarei rimasta delle ore ad osservare le onde intrepide del mare scagliarsi sulla riva, ora dolcemente, ora con più veemenza, sino quasi a lambire i ground floors  dei grattacieli antistanti.

Surfers Paradise è un sobborgo di Gold Coast, una delle località balneari più importanti della Costa d’Oro australiana. Come il termine stesso suggerisce, si tratta di un vero e proprio paradiso per gli amanti del surf. Le sue immense spiagge, infatti, unitamente alle alte onde dell’oceano, regalano un habitat perfetto a chi vuole cimentarsi in questa disciplina.

Il lungomare panoramico (molto simile a quello di città come Miami, Barcellona o Tel Aviv, per rendere l’idea) rappresenta invece una location adattissima agli amanti del jogging, del ciclismo, dello skateboard o di qualsiasi altra attività all’aria aperta per la quale una vista mozzafiato sul Pacifico diventi una preziosa alleata.

Per non farsi mancare nulla, ristoranti, gelaterie, fast food, negozietti di ogni tipo e localini di tendenza completano il quadretto per offrire al turista un pacchetto esperienziale completo e accattivante.

Chi mi conosce lo sa, che io non amo questo genere di “attrazioni”. Prediligo, invece, la vita in solitaria e la natura silenziosa. Tuttavia, devo ammettere che qua la vastità degli spazi è talmente generosa che non abbiamo faticato a ritagliarci il nostro angolo di pace e tranquillità.

Posizionato il nostro telo fra l’una e l’altra delle dune della spiaggia, abbiamo trascorso così qualche piacevole ora del nostro australian labour day osservando il via vai delle onde sulla riva, ascoltando il canto dei gabbiani sfreccianti nell’azzurro del cielo e assaporando quel NOSTRO primo mare australiano con lo stupore nel cuore.

7 cose da fare assolutamente a Surfers Paradise

Trattandosi di una delle aree balneari e turistiche più ricercate di questa parte dell’Australia, Surfers Paradise in Gold Coast offre una svariata quantità di alternative per trascorrere il proprio tempo in un mood rilassato e divertente.

  • SURF: non avete mai fatto surf in vita vostra? Non preoccupatevi, qui troverete per tutta la lunghezza della spiaggia molte stazioni di noleggio dell’attrezzatura e potrete prenotare una lezione con un professionista che vi inizierà a questo divertentissimo sport. Siete in Australia, ragazzi…non potete pensare di non provare a cavalcare l’onda almeno una volta!! Importante: ricordatevi di restare all’interno delle aree designate. Al di fuori di queste, infatti, i bagnini non potranno tenervi d’occhio ed intervenire tempestivamente in caso di emergenza
Qualche nozione e curiosità sul surf

Di che cosa si tratta? Lo so, non siete stupidi…ma sapete come sono fatta 🙂 mi piace andare a fondo nelle cose! 

Il surf è uno sport che si pratica in acqua, per lo specifico nel mare, nuotando verso la spiaggia stando sdraiati su di una tavola. Non appena arriva un’onda ci si alza in piedi e si cavalca la cresta. La prima cosa da fare, dunque, è imparare a nuotare sulla tavola, cosa che richiede uno sforzo fisico non indifferente.

Quando nasce questo sport? Non si sa con certezza quando i Polinesiani iniziarono a praticare questo sport, ma alcuni canti Hawaiiani risalenti al quindicesimo secolo trattano di surf e dimostrano che già allora si tenevano perfino delle competizioni, durante le quali si sfidavano Re e capi di alto rango sociale. 

Il primo Europeo che osservò e descrisse questo sport fu James Cook, che nel dicembre 1777 vide un indigeno di Tahiti farsi trasportare da un’onda su una canoa.

Il surf serviva come addestramento ai re Hawaiani per mantenere la forma fisica richiesta per la loro posizione sociale. 

La costruzione delle tavole veniva sempre accompagnata da una certa cerimonialità: dopo aver scelto l’albero giusto, ad esempio, prima del taglio veniva offerto alla terra un pesce in segno di riconoscimento.

L’avvento del surf moderno risale agli anni ’50, quando questo sport divenne molto popolare sia in America che in Europa. Grazie alla prosperità del dopoguerra e al grande passaparola effettuato dai militari che in qualche modo erano passati alle Hawaii, i surfisti invasero onde e spiagge come mai prima. 

In Italia il surf prese piede solo negli anni ’80 con la creazione dell’associazione ASI (associazione surfisti italiani).

  • RELAX E TEMPO LIBERO: sulle spiagge della Gold Coast potrete rilassarvi nei modi più svariati: sdraiandovi sulla soffice sabbia sotto il caldo sole di Surfers Paradise o facendo un pic-nic sul lungo mare. Potrete infatti approfittare di uno dei molti barbecues posizionati sul camminamento pedonale, stendere un telo sulla soffice erbetta dei parchi verdi circostanti e godervi un ottimo pranzetto condito con un’impagabile vista sull’oceano.
  • BEACHFRONT MARKETS: ogni mercoledì, venerdì e domenica sera la zona di Surfers Paradise si popola di oltre 100 bancarelle che propongono una miriade di prodotti da acquistare o degustare. A queste si aggiungono le esibizioni di musica e intrattenimento dal vivo, con musicisti, artigiani ed artisti di strada, contribuendo a ravvivare l’atmosfera.
  • PARADISE CENTER: si tratta del più grande centro commerciale di Surfers Paradise e vanta una facciata di oltre 100 metri di altezza rivolta direttamente sulla spiaggia. Non amo i centri commerciali, lo sapete…ma devo ammettere che la struttura di questo edificio e la sua collocazione lo rendono una chicca imperdibile per gli amanti dello shopping o delle food experiences.
  • PARCHI A TEMA: spostandoci di poco da Surfers Paradise, ne troverete proprio per tutti i gusti: dai parchi acquatici dove osservare i delfini come il Sea World (che però io NON vi consiglio, chi mi conosce sa che non appoggio lo sfruttamento degli animali a fini di divertimento), ai parchi a sfondo cinematografico come il Movie World dove incontrare i personaggi dei cartoni animati, sino alle montagne russe da brivido di Dreamworld.
  • TREKKING NELL’ENTROTERRA: non siete troppo tipi da spiaggia? Sole e calura alla lunga vi annoiano? Allora dedicatevi all’esplorazione del Great Hinterland Walk, eccezionale percorso nella natura dell’entroterra. Attraverserete le foreste pluviali del Lamington National Park e di Springbrook, Patrimonio dell’Umanità, dove potrete accedere ad un antico vulcano e ad una spettacolare cascata inserita nell’incredibile bellezza della natura locale.
  • BICICLETTATA FRA I SOBBORGHI DI GOLD COAST: noleggiate una bici e pedalate lungo la Old Burleigh Road. Ogni sobborgo ha un fascino particolare e saprà, a modo suo, regalarvi un’esperienza originale.

Per concludere, ammetto di non essere un’amante di questo tipo di luoghi. Tuttavia sottolineo che qualora vi trovaste nel Queensland, la Costa d’Oro merita sicuramente una visita, anche solo per una giornata (che dal mio punto di vista è più che sufficiente).

Il mio consiglio? Mettetevi una muta, noleggiate una tavola e buttatevi fra le onde….il divertimento sarà assicurato!!

E voi siete mai stati in Golden Coast? Fatemi sapere cosa ne pensate 🙂

Trovate tutti gli articoli relativi alla mia nuova vita in Australia QUI.

 

TAGS
RELATED POSTS
13 Comments
  1. Rispondi

    silvia terracciano

    20 Giugno 2019

    ho un’amica che vive in australia da sempre, lei è di origini inglese e mi ha invitato più di una volta, mi sa che ci devo andare vedendo le tue foto e leggendo il tuo racconto credo che non posso più rimandare

    • Rispondi

      clicmytrip

      28 Giugno 2019

      Assolutamente non puoi più rimandare!

  2. Rispondi

    Giulia

    20 Giugno 2019

    Fare surf in Australia penso sia un po’ il sogno di tutti i surfisti, esperti o meno 😀 molto bella la Gold Coast, mi sembra quasi di sentire il profumo salmastro dell’oceano e la sabbia calda sotto i piedi!

  3. Rispondi

    Giovy Malfiori

    20 Giugno 2019

    Sono l’Australia da molto e so che prima o poi ci arriverò. La Gold Coast mi ispira un sacco, così come la possibilità di potermi spostare con i mezzi pubblici.

  4. Rispondi

    Chloe

    19 Giugno 2019

    Abbiamo fatto proprio un on the road da Byron Bay fino a Fraser Island perche’ mio marito doveva surfare tutte le onde australiane! 😀 Dopo il viaggio trasferirci in Australia era il nostro sogno ma non ci siamo ancora riusciti! Tra l’altro ci siamo innamorati di Noosa Heads!

  5. Rispondi

    Valentina

    19 Giugno 2019

    ☺️

  6. Rispondi

    clicmytrip

    19 Giugno 2019

    Ho già voglia di mare un’altra volta 🙂

  7. Rispondi

    Paola

    18 Giugno 2019

    L’Australia sembra il posto perfetto per iniziare a fare surf! Le sue spiagge fanno venire voglia di cavalcare una tavola in mezzo alle onde anche alle persone tendenzialmente pigre come me 😉

  8. Rispondi

    Anna

    18 Giugno 2019

    Anche noi abbiamo fatto un giro simile. Però abbiamo anche dormito a Surfers Paradise in un hotel fighissimo con balcone vista oceano. Il tramonto stupendo. Gold coast non a caso eh

    • Rispondi

      clicmytrip

      28 Giugno 2019

      Concordo 🙂

  9. Rispondi

    Simona

    18 Giugno 2019

    Accipicchia che cambio di rotta! Devo ammettere che anche io non avevo mai riflettutto sulla vera distanza con il mare da Brisbane. L’Australia è un continente molto grande e per quanto organizzato ( o non organizzato dipende dai punti di vista ahaha) possa essere le distanze si fanno sentire in effetti!

  10. Rispondi

    Valentina

    18 Giugno 2019

    Giro subito questo articolo ad una mia cara amica, che è partita da pochissimo proprio per Brisbane! Non ha ancora avuto modo di esplorare troppo i dintorni, ma l’ho già sentita lamentarsi del fatto che non c’è il mare vicino! Eccola servita, con preziosissime info 🙂

    • Rispondi

      clicmytrip

      28 Giugno 2019

      Si effettivamente è una cosa che inizialmente ha spiazzato anche noi 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

VALENTINA
BERGAMO

Ciao! Mi chiamo Valentina, sono dell'ariete, ho più o meno 30 anni e sono un'inguaribile sognatrice! Le mie più grandi passioni, anzi, i miei amori, sono l'arte, la fotografia, la letteratura, la poesia e...il mondo! Ma il mondo quello vero,quello autentico, quello fatto di persone, di diversità, di odori, di sapori, di colori, di scorci, di inaspettati incontri...il mondo che ti fa innamorare e che ti fa dimenticare dell'esistenza dell'orologio. Dovete sapere che nella vita di tutti i giorni sono un'ansiosa cronica ossessivo compulsiva nei confronti del tempo: tempo che non c'è, che non basta mai, tempo che scorre, tempo rubato o tempo sprecato. Ma...quando sono nel MONDO, questo mondo VERO, il tempo non esiste, tutto si dilata e mi avvolge e l'unico ritmo che scandisce le mie giornate è quello del mio cuore che batte, che si sente vivo, che si emoziona e che si sente...a casa. Il mio sogno più grande? Vivere non viaggiando...ma VIVENDO questo mondo. Sempre. Costantemente. Sapete? I sogni...sono sogni perché prima o poi si avverano. Altrimenti si chiamerebbero utopie :)

CLIC my TRIP
Logo CLIC my TRIP
SOCIAL
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Cosa cerchi?

Iscriviti alla NEWSLETTER per restare aggiornato

sui vagabondaggi per il mondo di CLIC my TRIP

e sulle nostre avventure australiane!

Lo prometto: non intaserò la tua casella di posta elettronica! :)

CI STAI?

 

La tua iscrizione è completata!

There was an error while trying to send your request. Please try again.

CLIC my TRIP will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.
    TRAVEL QUOTES

    Seguite l’impulso del momento (senza programmare nulla, nel giro di otto ore) e salite su un aereo o fate il pieno alla macchina e partite. La meta non ha importanza. L’obiettivo è viaggiare con poco bagaglio, stendere le ali e mettere alla prova la vostra capacità di mollare tutto. Lanciarsi istintivamente in un’avventura e allontanarsi per un po’ dalla propria vita è una sensazione straordinaria di libertà.

    — Lynn Gordon
    LAST TRIP –> BANGKOK aprile 2019

    NEXT TRIP –> BRISBANE 2019-2020

    SEGUIMI su FACEBOOK!
    Map of Countries Visited
    I've been to 22 out of 217 countries (10.14%)

    Blog della community Travel Blogger Italiane

    Iscriviti alla NEWSLETTER per restare aggiornato

    sui vagabondaggi per il mondo di CLIC my TRIP

    e sulle nostre avventure australiane!

    Lo prometto: non intaserò la tua casella di posta elettronica! :)

    CI STAI?

     

    La tua iscrizione è completata!

    There was an error while trying to send your request. Please try again.

    CLIC my TRIP will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: