I trasporti pubblici in Australia
Australian Clic Australia

A Brisbane con Go Card: guida sui trasporti nel Queensland

on
16 Maggio 2019

Rieccoci in diretta da Brisbane city.

Sono trascorse più di due settimane dal nostro approdo nel Queensland e nel corso di questo lasso di tempo abbiamo perfezionato il nostro ambientamento. Da qualche parte ho letto che occorrono circa 21 giorni per far sì che ogni parte di noi – corpo, mente, spirito – prenda confidenza con l’immersione totale in una nuova e differente realtà.

Trasferirsi all’estero, soprattutto a distanze oltre oceaniche come nel nostro caso, non è definibile come la scelta più semplice. La fase di ambientamento potrebbe risultare non poi così immediata, a volte anche piuttosto complicata, al punto tale da farti riconsiderare la strada intrapresa.

Fortunatamente, almeno per ora, questo a noi non è accaduto!

All’alba del ventesimo giorno di permanenza, possiamo asserire di esserci quasi completamente abituati (al limite della sana dipendenza) al clima rilassato di Brisbane, ai volti sorridenti, al verde dilagante in ogni angolo, al canticchiare degli uccelli tropicali e alla vista dei gigantopipistrelli che ci fanno compagnia, insieme agli opossum e ai teneri gechini, la sera, in terrazza.

La scelta irrinunciabile per muoversi a Brisbane: GO CARD! Scopri a cosa serve e come attivarla

Oggi, in particolare, voglio raccontarvi di come abbiamo imparato a gironzolare per le strade di questa estesissima città avvalendoci del sistema di trasporti pubblici a disposizione di cittadini e visitatori vacanzieri.

Brisbane è una città che nel corso degli ultimi decenni è stata investita da un enorme sviluppo economico e, di conseguenza, in poco tempo la sua superficie si è ampliata in maniera considerevole da Ovest ad Est, seguendo fedelmente lo zigzagare del serpeggiante fiume cittadino sino al raggiungere la costa sul Pacifico, a circa trenta chilometri di distanza dal CBD.

Il sistema di trasporti pubblici a Brisbane

Lo sviluppo prettamente orizzontale di per sé renderebbe piuttosto macchinoso e “rallentato” lo spostamento da una zona all’altra dell’area urbana, se non ché il sistema di trasporti cittadino qua funziona perfettamente. E quando dico “funziona”…intendo che funziona per davvero! 🙂

Inizialmente eravamo piuttosto intimoriti dalle grandi distanze che si frappongono fra i vari sobborghi cittadini, che in alcuni casi oltrepassano i 10 o i 20 chilometri. Abituati al rapido accesso, in Italia, ai propri mezzi di trasporto (e chi conosce Enrico sa che, nel suo caso, quando si tratta di motori la scelta è davvero MOLTO varia 🙂 il timore era che avremmo faticato alquanto per familiarizzare nuovamente, dopo gli anni dell’università, con la vita da pendolari down under.

Con tutta onestà, è stato molto più easy di quanto ci aspettassimo!

La parolina magica quando si parla di trasporti nel Queensland e a Brisbane: GO CARD!

Nella gran parte di questo stato australiano, infatti, per spostarti con autobus, treni, tram o traghetti devi munirti di questa tessera che diventerà la tua immancabile compagna di viaggi.

LEGGI ANCHE  Cosa fare a Brisbane: un weekend a North Stradbroke Island

Ecco cosa è GO CARD:

NOMINALE –> non pensate di fare i furbetti all’italiana! Go Card è una tessera personale, va acquistata e registrata con i propri dati e non può essere ceduta a nessun altro. I controllori passano sovente e non esitano a multare.

SEMPLICE DA ACQUISTARE –> potete acquistarla con molta facilità presso tutte le stazioni ferroviarie o recandovi in uno dei tantissimi supermercati della nota catena 7-Eleven. Al primo acquisto vi verrà richiesto un deposito cauzionale di 10 dollari e un minimo di 5 dollari di traffico.

VELOCE (COME SI USA?)–> vi basterà passare la vostra tessera sul lettore del mezzo di trasporto ad inizio e fine corsa, ed automaticamente vi verrà scalata dal credito a disposizione la tariffa corrispondente alla tratta percorsa (secondo un sistema di suddivisione a zone, al questo link trovate il tariffario aggiornato in tempo reale)

VANTAGGIOSA –> con Go Card risparmierete il 30% rispetto al costo del biglietto cartaceo. Inoltre, se appartenete ad una categoria speciale, viaggiate pagando la metà! Enrico, il mio bello studentello trentaduenne, ha fin da subito sfruttato questo benefit. Non male…cosa ne pensate?

FUNZIONALE –> Go Card può essere ricaricata comodamente dal portale online con carta di credito o prepagata, accedendo con il proprio account personale. Potete addirittura predisporre una ricarica automatica che si attiverà ogni volta che raggiungerete una soglia minima di traffico.

In questo modo, se siete sbadati come la sottoscritta o semplicemente ansiolitici (la sottoscritta fa parte anche di questa categoria) e volete disfarvi dello stress psicologico derivato dall’angoscia da “credito esaurito” e conseguente pericolo di restare appiedati…non dovrete più preoccuparvi!

KEEP CALM AND USE GO CARD!

PREMIANTE –> proprio così, in quanto ogni 8 corse pagate svolte nell’arco della stessa settimana (Monday-Sunday) avrete uno sconto del 50% su tutti i viaggi successivi sino al termine della settimana stessa. Inoltre se viaggiate in determinati orari, Go Card vi regalerà un ulteriore 20% di sconto. Ecco QUI i vantaggi dell’utilizzare questa carta.

VERSATILE –> questo è l’aspetto che più mi piace! Potrete usare la vostra Go Card per muovervi liberamente in tutta la zona del Sud Est del Queensland.

Volete godervi il sole e l’atmosfera raggiante di Surfer Paradise in Gold Coast? In poco più di un’ora di treno da Brisbane potrete raggiungere la spiaggia più popolare d’Australia! Comodamente grazie a Go Card!

Avete voglia di immergervi in un paradiso tropicale lontano dagli spazi urbani e dalle folle che popolano il centro? Dalla stazione ferry della città potrete salire su un traghetto che vi catapulterà in una delle incantevoli isole al largo della costa. Qui potrete sperimentare l’ebrezza di nuotare fra delfini e cetacei, esplorare in subacquea antichi relitti, passeggiare nella foresta tropicale o incontrare magnifici esemplari della fauna locale. Il tutto senza prendere un aereo o spendere un capitale, simply with your Go Card! 

THAT’S AUSTRALIA!

 

 

CURIOSITÀ: IN CITTÀ CI SI MUOVE ANCHE FREE

Infine vi segnalo una chicca: l’esistenza dei City Loop e Spring Hill Loop. Trattasi di autobus speciali, distinguibili dagli altri per i distintivi colori rosso e giallo acceso, che compiono un tragitto ad anello nell’area del Central Business District e che vi condurranno gratuitamente presso le aree di maggior interesse turistico.

LET’S GO!

Cosa ne pensate? Per ogni altra informazione più dettagliata, potete visitare il sito Translink.

 

 

TAGS
RELATED POSTS
2 Comments
  1. Avatar
    Rispondi

    Dario Spreafico

    16 Maggio 2019

    Ciao
    Interessante articolo
    Sembra una parente dell’oyster card londinese….alla prossima

    • Avatar
      Rispondi

      clicmytrip

      20 Maggio 2019

      Purtroppo non sono mai stata a Londra 🙂 ma spero di andarci presto. Grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

VALENTINA
BERGAMO

Mi chiamo Valentina e sono qui perché voglio farvi conoscere i miei sogni. Per farlo vorrei partire da una frase, per raccontare una storia: "...siamo quello che sentiamo e percepiamo. Se siamo arrabbiati siamo la rabbia. Se siamo innamorati siamo l'amore. Se guardiamo un innevato picco di montagna siamo la montagna. Mentre sogniamo siamo il sogno". É una frase di Tich Naith Han, monaco buddista tutt'ora vivente. Una persona straordinaria ed ordinaria nel medesimo tempo. Ribelle nell'animo, arrestato e torturato più volte, distante da qualsiasi forma di vita ed espressione che non si chiami amore. É addirittura stato controcorrente rispetto ad alcune forme di Buddhismo tradizionale, ma il suo messaggio d'identità e rispetto è più che mai attuale. "...mi piace molto ascoltare la pioggia, è un suono bellissimo" (da "Quando bevi il tè', stai bevendo le nuvole") e piace molto anche a me. Non posso e non desidero di certo paragonarmi a lui, ma l'arte, la bellezza, la fotografia, la letteratura e la poesia sono il mio sogno. Attraverso queste espressioni del Pensiero e dello Spirito sento di riuscire a cogliere DAVVERO l'anima del mondo. Ma il mondo quello VERO, quello autentico, quello fatto di persone, di diversità, di odori, di sapori, di colori, di scorci, di inaspettati incontri. Come dice Tich Naith Han, sento distintamente di appartenere a questo sogno, e vorrei spartirne una piccola fetta con tutti voi.

citazioni di viaggio

Desidero partire: non verso le Indie impossibili o verso le grandi isole a Sud di tutto, ma verso un luogo qualsiasi, villaggio o eremo, che possegga la virtù di non essere questo luogo.
Non voglio più vedere questi volti, queste abitudini e questi giorni.

— Fernando Pessoa

Blog della community Travel Blogger Italiane

Un libro per cambiare vita
Libro_per_cambiare_tu_tutto_subito

Se pensi che quello che ho da raccontarti sul mondo

dei viaggi, dei colori, delle esperienze sensoriali,

possa essere interessante per te e per chi ami,

iscriviti alla mia NEWSLETTER

segui le mie pagine

Icona Facebook

La tua iscrizione è completata!

Errore. Per favore, riprova.

CLIC my TRIP utilizzerà le informazioni che fornirai per mantenersi in contatto con te e tenerti aggiornato. Non riceverai alcun materiale pubblicitario